Serpentina controflusso. Nuovo chiller per l’impianto.

Se già siete lettori di eibhlín blog (bravi!) saprete – da questo articolo – che da piano avevo previsto di utilizzare uno scambiatore a piastre, principalmente per avere una migliore efficienza. Lo schema dell’impianto andrà rivisto dopo l’acquisto di una serpentina  controflusso.

Un po’ di indecisione iniziale

da Wikipedia

Quello che non mi ha mai convinto dello scambiatore a piastre è l’efficacia della sanitizzazione. Le piastre all’interno sono zigrinate, la possibilità che si formino depositi è molto probabile, così come non deve essere estremamente facile pulire e rimuovere ogni residuo. Quelli rivenduti dai più famosi distributori, sono delle scatole chiuse non ispezionabili, destinati agli impianti termici. Certo, non avrei avuto dubbi su uno scambiatore smontabile ed ispezionatile, ma hanno dei costi proibitivi.

 

Ero ormai deciso a comprare una serpentina in acciaio da immergere nel mosto a fine bollitura. Questo tipo di chiller è il più semplice (escludendo la diluizione con acqua fredda..) ma una sera mi sono imbattuto in un post di cri091 sul forum di AreaBirra.com. Cristian produce sia doppi fondi filtranti in acciaio che serpentine in controflusso per il raffreddamento del mosto.

[iframe src=”https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fphoto.php%3Ffbid%3D10208680916531061%26set%3Da.10208563192028022.1073741829.1555435511%26type%3D3&width=350&show_text=true&height=196&appId” width=”350″ height=”196″ style=”border:none;overflow:hidden” scrolling=”no” frameborder=”0″ allowTransparency=”true”]

Dopo poche brevi domande a cui Cristian ha risposto molto rapidamente, ho deciso di commissionare una serpentina con un diametro possibilmente inferiore a 80cm.

Come funziona la serpentina controflusso

[iframe src=”https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fphoto.php%3Ffbid%3D10208680915371032%26set%3Da.10208563192028022.1073741829.1555435511%26type%3D3&width=350&show_text=true&height=196&appId” width=”350″ height=”196″ style=”border:none;overflow:hidden” scrolling=”no” frameborder=”0″ allowTransparency=”true”]

Consiste in due tubi, uno di acciaio inox e l’altro di PET, uno dentro l’altro. Nel tubo interno (di acciaio) scorre il mosto caldo, nel tubo esterno scorre l’acqua fredda di rete nel senso inverso. Scorrendo in senso opposto e con tanta superficie in contatto lo scambio di calore è agevolato e più efficace della serpentina a spirale immersa nella pentola. I tubi sono raccordati con due tee a ciascuna estremità. Non vedo l’ora di provarla.

Perché ho scelto questa soluzione?

Per prima cosa mi aspetto una efficacia migliore rispetto all serpentina ad immersione, ma ho anche voluto scegliere un lavoro artigianale rispetto ad uno comune venduto ad un prezzo maggiore dai grandi distributori.

Cristian è stato fin dall’inizio molto disponibile e gentile. E’ superfluo dirlo, ma è una persona onesta di cui mi sono potuto fidare ciecamente. Per questo voglio consigliare a tutti voi (ancora non molti lettori) di dare un occhio agli annunci sul gruppo Mercatino Homebrewing d i Facebook o alla sua pagina personale che potete raggiungere dalle immagini. Se non avete FB, fatevi un giro sul AreaBirra.com e cercate l’utente cri091. Contattatelo e comprate una delle sue realizzazioni su misura.

The following two tabs change content below.

Sam

Enologo mancato, poi informatico, ho riversato sia le conoscenze acquisite che l'interesse per la biologia e la chimica enologica nella produzione casalinga di birre e altre bevande fermentate. Nel 2006 la prima birra auto prodotta, poi un periodo di buio di 10 anni, ma il tullicottero è rinato come una fenice dalle ceneri ed è più attivo che mai. Mi baso su un principio fondamentale: prima si studia e poi si fanno le domande. Mi tengo il più possibile lontano da forum e communities.
Nessun commento

Commenti

Eibhlín Beer
Homebrewing
Recensione pompa Rover Novax 20 B

Un primo sguardo alla pompa Rover Novax 20 B, acquistata su Polsinelli.it lunedì 1 gennaio e consegnata già oggi. Verrà inaugurata la prossima settimana, nella realizzazione del kit all grain Bibock, per il ricircolo del mosto in ammostamento e per il raffreddamento attraverso lo scambiatore in controflusso. L’ho preferita ad …

eibhlinbeer_beeremojis
Eibhlín Blog
Birra sì, ma dillo con l’emoji giusta. Ecco come

La messaggistica istantanea è sempre più orientata alla comunicazione visiva. In quel percorso involutivo che probabilmente ci (ri)porterà ai geroglifici, partiti dal semplice smile stilizzato sul nokia 3310 siamo arrivati oggi ad una rosa di disegni (emoji) da usare per esprimere qualsiasi concetto, su qualsiasi dispositivo abbia una tastiera. Per …

Beer and bees
Approfondimenti
2
La rivoluzione delle birre acide parte dai lieviti

Ancora una volta le api si rivelano importanti per l’umanità. Ma più di loro, i lieviti che vivono nel loro addome, destinati a rivoluzionare il mondo delle birre acide. The following two tabs change content below.BioUltimi Post Sam Enologo mancato, poi informatico, ho riversato sia le conoscenze acquisite che l’interesse …