Beerfest di Klarstein. È arrivata la…pentola…caldaia!

È arrivata ormai da qualche settimana e non ho ancora avuto modo di recensirla e provarla, escludendo il piccolo collaudo per scongiurare ogni anomalia. Questo articolo presenta in modo generale la caldaia Beerfest di Klarstein.

Il rapporto qualità prezzo è abbastanza buono in generale, un po’ scadente per quanto riguarda l’elettronica e la gestione della temperatura. A qualcuno è accaduto infatti che la caldaia non funzionasse a dovere, ed è noto (addirittura specificato sulla pentola stessa) che il termostato analogico sia poco preciso, cosa che può influire negativamente sul ammostamento, dove il controllo della temperatura è un fattore imprescindibile.

Nonostante i suoi difetti aumenta il numero di HBrewers che ne sono attratti e decidono di comprarla; dopotutto con piccoli accorgimenti ed un pannello di controllo esterno le pecche sono superabili. Vi consiglio a questo proposito il blog de il Capo dei Cattivi, che ha realizzato l’impianto “Grain-Uncle” moddando la Beerfest di Klairstein. Per ora mi manterrò nella sfera del E+G, ma quando passerò al All Grain in BIAB prenderò spunto dal pannello disegnato e realizzato da Leo.

Una nota sul packaging

La Beerfest viene consegnata in una scatola a base quadrata da 40×40 cm e alta 70 cm, il collo pesa circa 8kg. Al suo interno si trova una seconda scatola che contiene la pentola assicurata nei supporti di polistirolo ed insacchettata. Al di sopra, singolarmente confezionati, si trovano gli accessori ed il manuale d’istruzioni. Nota di merito: la consegna è stata ultra rapida.

La Beerfest in tutto il suo lucido splendore

eiblín beer - caldaia beerfest
E’ bellissima. Tutta cromata, lucida che ti ci puoi specchiare. Il bordo superiore della Beerfest è circondato da una fascia in plastica con due maniglie che servono anche per fermare il coperchio il quale, una volta chiuso, permette di spostarla agevolmente (vuota!) grazie ad un maniglione passante. Sul coperchio trova posto anche un piccolo sfiatatoio.

Tutta la parte superiore della pentola è incamiciata con  una doppia parete di acciaio per una coibentazione ottimale: è possibile tenere una mano sul fianco della pentola durante l’ebollizione senza scottarsi. IMG_0986A circa un paio di centimetri dal fondo della pentola ecco il rubinetto in acciaio, a sfera e con sicura. Sembrerà banale dirlo, ma fate attenzione in fase di scarico perché si scalda parecchio..
IMG_0985Insieme alla pentola vengono forniti un paio di accessori: il bazooka da infilare sull’imboccatura interna del rubinetto ed il fondo filtrante in acciaio, a cui vanno avvitati i piedini e la maniglia. Attenzione ai bordi frastagliati del fondo filtrante che possono graffiare.

Nella parte inferiore della Beerfest di Klarstein hanno sede i comandi dell’impianto riscaldante. Come già detto, è poco preciso, ma loro ce lo scrivono anche, quindi sono tutelati…
A sinistra del rubinetto ci sono l’interruttore,una coppia di spie per indicare la modalità di impiego della resistenza,
due manopole nere rispettivamente per l’impostazione del timer e la regolazione della temperatura. La caldaia lavora In modalità di riscaldamento (spia rossa) o in modalità di mantenimento (spia verde). Quando è in fase di mantenimento l’ebollizione tende ad perdere vigore, se la pentola è a pieno carico. Penso sia superfluo dire che, come tutti gli elettrodomestici, è dotata di una spina tedesca.

img_0999.jpg img_0996.jpgimg_0989.jpg

Le dimensioni che contano

Altezza totale : 67 cm
Volume max dichiarato : 30 L

Altezza interna : 47 cm
Diametro interno : 28 cm
Volume max reale (FULL) : 29 L (26 L)

 

The following two tabs change content below.

Sam

Enologo mancato, poi informatico, ho riversato sia le conoscenze acquisite che l'interesse per la biologia e la chimica enologica nella produzione casalinga di birre e altre bevande fermentate. Nel 2006 la prima birra auto prodotta, poi un periodo di buio di 10 anni, ma il tullicottero è rinato come una fenice dalle ceneri ed è più attivo che mai. Mi baso su un principio fondamentale: prima si studia e poi si fanno le domande. Mi tengo il più possibile lontano da forum e communities.
Nessun commento

Commenti

Eibhlín Beer
Homebrewing
Recensione pompa Rover Novax 20 B

Un primo sguardo alla pompa Rover Novax 20 B, acquistata su Polsinelli.it lunedì 1 gennaio e consegnata già oggi. Verrà inaugurata la prossima settimana, nella realizzazione del kit all grain Bibock, per il ricircolo del mosto in ammostamento e per il raffreddamento attraverso lo scambiatore in controflusso. L’ho preferita ad …

eibhlinbeer_beeremojis
Eibhlín Blog
Birra sì, ma dillo con l’emoji giusta. Ecco come

La messaggistica istantanea è sempre più orientata alla comunicazione visiva. In quel percorso involutivo che probabilmente ci (ri)porterà ai geroglifici, partiti dal semplice smile stilizzato sul nokia 3310 siamo arrivati oggi ad una rosa di disegni (emoji) da usare per esprimere qualsiasi concetto, su qualsiasi dispositivo abbia una tastiera. Per …

Beer and bees
Approfondimenti
2
La rivoluzione delle birre acide parte dai lieviti

Ancora una volta le api si rivelano importanti per l’umanità. Ma più di loro, i lieviti che vivono nel loro addome, destinati a rivoluzionare il mondo delle birre acide. The following two tabs change content below.BioUltimi Post Sam Enologo mancato, poi informatico, ho riversato sia le conoscenze acquisite che l’interesse …