Come realizzare il quadro di controllo

L’impianto di eibhlín beer si arricchisce di un altro fondamentale elemento: il quadro di controllo.

A cosa serve un quadro di controllo?

Sarà il mio termostato principale in sostituzione di quello analogico della caldaia Beerfest

In impianti più complessi permette di pilotare diversi dispositivi come pale e pompe oltre che controllare la temperatura di un determinato processo. Nel mio caso verrà impiegato nei processi di  ammostamento e fermentazione: sarà il mio termostato principale in sostituzione di quello analogico della caldaia Beerfest – assolutamente inaffidabile per un mash a step multipli; inoltre mi permetterà di condurre fermentazioni a temperatura controllata con il frigorifero (alias camera di fermentazione) di cui ancora non ho parlato.
Prossimamente integrerò anche l’alimentazione della pompa con un regolatore di velocità.

eibhlín blog - pannello di controlloCome funziona

Il quadro viene alimentato attraverso una presa di corrente e si accende attraverso l’interruttore rosso. All’accensione il termostato comincia a rilevare la temperatura attraverso la sonda e in base alla differenza dalla temperatura target chiude alternativamente il circuito di caldo o quello di freddo, mostrando sul display l’azione in corso. Al raggiungimento della temperatura impostata il circuito viene riaperto. E fondamentale quindi collegare correttamente i dispositivi per il raffreddamento e il riscaldamento ai contatti giusti.

Applicazione pratica al mash

eibhlín blog - Pannello di controlloIn fase di ammostamento, la mia caldaia sarà attaccata al circuito del caldo, ad ogni step imposterò sul termostato la temperatura prevista da quella sosta. La sonda rileverà la temperatura del mosto e il termostato continuerà ad alimentare la resistenza della caldaia fino al raggiungimento della temperatura desiderata. Utilizzerò solamente la presa del circuito caldo.

Applicazione pratica alla fermentazione

Il termostato è utile anche per controllare la temperatura in fase di fermentazione: con la sonda si rileva la temperatura del mosto nel fermentatore mentre collegando al quadro sia il frigorifero che la cintura riscaldante è possibile mantenere la temperatura ottimale. Il termostato attiverà l’uno o l’altra a seconda della differenza dalla temperatura target.

Lista dei componenti

eibhlín blog - quadro di controlloE’ bene mettere in chiaro che per la realizzazione del quadro ho preso spunto dall’opera di scrondo, il capo dei cattivi.

Il cuore del quadro è il termostato STC-1000 a due relè interni. Il contatto per il raffreddamento alimenta direttamente la presa di sinistra (cooling); qui viene attaccato il frigorifero. Sempre su consiglio di scrondo, invece, l’uscita heating a 220V AC 10A pilota invece la bobina di un relè da 220V 16A (gentilmente fornito da mio suocero), perché il carico da 2500W della caldaia è matematicamente troppo alto per il relè da 10A di cui è fornito il termostato.

Componenti elettrici

  • 1 Termostato STC-1000
  • 2 Prese schuko 16A
  • 1 Relè monostabile 220V 16A
  • 1 interruttore 220V 16A
  • cavi da 2,5mm in 5 colori
  • cavo monofase
  • spina tripolare o schuko
  • morsetti
  • capicorda

Schema elettrico

La realizzazione del circuito differisce solo leggermente dallo schema qui sotto: l’alimentazione dei contatti 5 e 7 non passa dall’interruttore, inoltre da quest’ultimo torna il neutro per l’accensione della spia luminosa. Nel termostato non sono riportati i contatti del sensore, 3 e 4.

eibhlín blog - Pannello di controllo

The following two tabs change content below.

Sam

Enologo mancato, poi informatico, ho riversato sia le conoscenze acquisite che l'interesse per la biologia e la chimica enologica nella produzione casalinga di birre e altre bevande fermentate. Nel 2006 la prima birra auto prodotta, poi un periodo di buio di 10 anni, ma il tullicottero è rinato come una fenice dalle ceneri ed è più attivo che mai. Mi baso su un principio fondamentale: prima si studia e poi si fanno le domande. Mi tengo il più possibile lontano da forum e communities.
Nessun commento

Commenti

Eibhlín Beer
Homebrewing
Recensione pompa Rover Novax 20 B

Un primo sguardo alla pompa Rover Novax 20 B, acquistata su Polsinelli.it lunedì 1 gennaio e consegnata già oggi. Verrà inaugurata la prossima settimana, nella realizzazione del kit all grain Bibock, per il ricircolo del mosto in ammostamento e per il raffreddamento attraverso lo scambiatore in controflusso. L’ho preferita ad …

eibhlinbeer_beeremojis
Eibhlín Blog
Birra sì, ma dillo con l’emoji giusta. Ecco come

La messaggistica istantanea è sempre più orientata alla comunicazione visiva. In quel percorso involutivo che probabilmente ci (ri)porterà ai geroglifici, partiti dal semplice smile stilizzato sul nokia 3310 siamo arrivati oggi ad una rosa di disegni (emoji) da usare per esprimere qualsiasi concetto, su qualsiasi dispositivo abbia una tastiera. Per …

Beer and bees
Approfondimenti
2
La rivoluzione delle birre acide parte dai lieviti

Ancora una volta le api si rivelano importanti per l’umanità. Ma più di loro, i lieviti che vivono nel loro addome, destinati a rivoluzionare il mondo delle birre acide. The following two tabs change content below.BioUltimi Post Sam Enologo mancato, poi informatico, ho riversato sia le conoscenze acquisite che l’interesse …